Standbein e.V.

Ortesi

Di norma un'ortesi è un dispositivo terapeutico costruito da un tecnico ortopedico per la stabilizzazione, il sollievo, l'immobilizzazione o la correzione della posizione degli arti o del tronco. Oltre ai casi di flessione o estensione insufficienti, le ortesi si utilizzano anche in seguito a fratture, interventi chirurgici, paralisi, infiammazioni e reumatismi. Da un lato possono sopperire in parte alle funzionalità perse, dall'altro il loro utilizzo può prevenire eventuali sequele (per esempio dovute a postura scorretta o malposizionamento) ed evitare che le parti del corpo interessate si usurino.

Le ortesi si possono classificare secondo la zona di applicazione (gamba, braccio, tronco, ecc.) e secondo la funzione (fissaggio, stabilizzazione, ecc.).

Hanno forme e funzioni differenti e possono essere utilizzate per intervenire su una serie di disturbi diversi. È necessario che l'ortesi sia fabbricata o per lo meno regolata da un tecnico ortopedico, in modo che calzi correttamente e possa funzionare in modo efficiente. A seconda del tipo di ortesi utilizzato questo processo può rivelarsi semplice oppure molto lungo.

Le immagini seguenti mostrano alcuni tipi di ortesi spesso utilizzati per il trattamento di emimelia fibulare e tibiale: